PEREVOLVERE IN RETE

“Perché è importante assumersi delle responsabilità” – Alessandro Carrozzo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Alessandro Carrozzo

Oggi voglio parlarti di qualcosa che influenza in maniera profonda le nostre esistenze, tanto nel business quanto nella vita di tutti i giorni: le #aspettative.


La prima cosa che devi tenere a mente è questa: finché ti farai aspettative che non sono governate da te ma da qualcosa di esterno, rimarrai deluso.

Le uniche aspettative lecite che possiamo formulare sono quelle che riguardano noi stessi e solo dopo aver compreso che bisogna perdonarsi in partenza.

L’aspettativa è l’anticamera della delusione.

Finché governerai la tua vita senza responsabilità, creandoti aspettative, sarai il capitano di una nave con il timone finto.


La domanda da porsi è: cosa voglio realmente?

Nel rispondere a questa domanda assumo la responsabilità reale di comprendere cosa desidero.

A volte abbiamo paura dei desideri perché potrebbero non avverarsi.

Facciamo un esempio pratico.

Mettiti nei panni di una persona che deve ristrutturare la propria casa.

Quanto ti costa tale operazione?

Il Comune ti fa aspettare tanto per i permessi: sono disposto ad aspettare.

Mettere a posto oggi ti fa faticare di più rispetto a quando la casa sarà finita?

Sono disposto a pagare il prezzo di una cosa di cui non sono responsabile?


Parlate a voi stessi come se aveste la responsabilità.

Ho delegato il progetto al progettista, la documentazione all’ufficio, che responsabilità ho? Il controllo di tutto questo: telefonare alle persone per sapere a che punto siamo.

Ma poi ho la responsabilità emotiva.

Posso caricarmi delle emotività delle persone?

No.

Ho incaricato personalmente un tecnico di seguire l’intero progetto, mi fido di lui, cos’altro posso fare?

Posso telefonargli e chiedergli di aggiornamenti sull’andamento dei lavori.

E poi?

Non posso fare nient’altro.

Dunque meglio utilizzare il tempo che mi resta facendo ciò che mi piace fare.

La responsabilità è tua.

La scelta l’hai fatta tu.

Hai delegato, usa il tempo che ti sei ritagliato per fare quello che ti piace.

Con la tua responsabilità sugli altri ottieni ciò che vuoi.

E’ un passo fondamentale.

Inoltre dobbiamo avere ben chiara la differenza tra responsabilità e colpa.

Regola numero uno: non c’è niente di giusto e niente di sbagliato.

Colpa e responsabilità.

Cos’è la colpa?Semanticamente la responsabilità è un fattore endogeno, che nasce dentro di noi.

La colpa è esogena, viene da fuori, abbiamo un minimo controllo.

Il senso di colpa non esisteva finché tra i 4 e i 7 anni qualcuno ce l’ha fatto provare.

Nel mondo in cui viviamo colpa e responsabilità fanno l’amore perché nella tua testa l’esperienza dice che è tua responsabilità e se sbagli hai la colpa. E’ una dottrina nata più di Duemila anni fa. Usciamo dalla dottrina e pensiamo con la nostra testa.

Le parole sono importanti, sono state create con uno scopo ben preciso.

Il tempo e l’ignoranza hanno voluto ribaltare quello scopo.

RES – PONERE: mettere le cose.

Hai colpa se vuoi avere colpa.

Vuoi potenziare le tue
capacità mentali e di fare?

Alessandro Carrozzo

#relazionidifiducia #accelerailtuobusiness #velocità #sinergieprofessionali
#networkingprofessionale #retedicontatti #perevolvereinrete
#piùaffarimenotempo #potenzialatuarete   

Lorenzo Muccioli

Lorenzo Muccioli

Giornalista e Blogger

Lascia un commento